Ti trovi qui:Home»Notizie»Celebrazioni del 205° Anniversario della Fondazione dell’Arma.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Mercoledì, 22 Maggio 2019 11:16

Celebrazioni del 205° Anniversario della Fondazione dell’Arma.

Impegno e dedizione costanti al servizio dei cittadini e a garanzia della sicurezza comune. Ieri le celebrazioni del 205° Anniversario della Fondazione dell’Arma. Un’occasione per rimarcare il sacrificio e l’attaccamento alla patria di una istituzione che rappresenta un simbolo della nostra nazione e che quotidianamente opera a tutela della collettività.

La caserma “M.O.V.M. Maggiore Rocco Lazazzera”, sede del Comando Provinciale Carabinieri di Matera, i Carabinieri hanno celebrato nel pomeriggio il 205° Anniversario della Fondazione dell’Arma.

Consuntivo dell’attività operativa svolta dai Carabinieri nella Provincia di Matera nell’ultimo anno, che hanno supportato e affiancato i Reparti Territoriali fornendo il loro prezioso contributo di alta specializzazione nei rispettivi settori.

Nella parte finale dell’evento sono state consegnate le ricompense concesse ai militari che si sono particolarmente distinti in operazioni di servizio a tutela della collettività.

Di seguito i militari che si sono distinti in operazioni di servizio a tutela della collettività e le relative motivazioni

 

PER LE SPICCATE QUALITA’ PROFESSIONALI E NON COMUNE DETERMINAZIONE, NONCHE’ PER LO SPIRITO D’INIZIATIVA DIMOSTRATI, ALLORQUANDO, LIBERO DAL SERVIZIO, IN ORE NOTTURNE E IN ZONA ISOLATA, IMPEDIVA CHE FOSSE COMMESSA UNA VIOLENZA CARNALE O LESIONI FISICHE DA PARTE DI UNO SCHIZOFRENICO IN DANNO DI UN DISABILE”.

Matera, 19 ottobre 2014

 

Encomio Semplice del Comandante della Legione Carabinieri Campania concesso a: Maggiore Erich FASOLINO, Comandante del Nucleo Investigativo di Matera, con la seguente motivazione: “COMANDANTE DI COMPAGNIA DISTACCATA EVIDENZIANDO SPICCATO ACUME IVESTIGATIVO ED ELEVATA PROFESSIONALITA’, DIRIGEVA, PARTECIPANDOVI PERSONALMENTE, COMPLESSA DI INDAGINE CHE SI CONCLUDEVA CON L’ESECUZIONE DI UN PROVVEDIMENTO RESTRITTIVO NEI CONFRONTI DI 15 AFFILIATI A CLAN CAMORRISTICO FINALIZZATO ALLE ESTORSIONI, CONCORSO IN DANNEGGIAMENTO SEGUITO DA INCENDIO, CONCORSO IN ATTENTATO CONTRO I DIRITTI POLITICI DEL CITTADINO E TRUFFA AGGRAVATA FINALIZZATA AL CONSEGUIMENTO DI EROGAZIONI PUBBLICHE, GIA’ CONDANNATI NEL PRIMO GRADO DI GIUDIZIO A PENE SEVERE”.

Napoli 15 febbraio 2019

 

Encomio Semplice del Comandante della Legione Carabinieri Calabria concesso al Cap. Massimo CIPOLLA, Comandante della Compagnia di Pisticci, con la seguente motivazione: COMANDANTE DI NUCLEO OPERATIVO E RADIOMOBILE DI COMPAGNIA DISTACCATA IN TERRITORIO AD ALTISSIMO INDICE DI CRIMINALITA’, EVIDENZIANDO ELEVATA PROFESSIONALITA’, NON COMUNE SENSO DEL DOVERE E SPICCATO ACUME INVESTIGATIVO, DIRIGEVA E COORDINAVA, PARTECIPANDOVI PERSONALMENTE, ARTICOLATA INDAGINE CHE SI CONCLUDEVA CON L’ARRESTO DI 9 PERSONE ED IL SEQUESTRO DI 1,5 KG DI SOSTANZE STUPEFACENTI, DUE FUCILI, UNA PISTOLA, VARIO MUNIZIONAMENTO NONCHE’ BANCONOTE CONTRAFFATTE DA 100 EURO”. Castrovillari (Cosenza)

ottobre 2014/settembre 2015

 

Encomio semplice del Comandante della Legione Carabinieri Basilicata concesso a: Vice Brigadiere Giuseppe GALANTE; Appuntato Scelto Qualifica Speciale Cosimo LAMARINA, in servizio al Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Policoro, con la seguente motivazione: “ADDETTI ALL’ALIQUOTA RADIOMOBILE DI COMANDO COMPAGNIA DISTACCATA, EVIDENZIANDO ELEVATA PROFESSIONALITA’ E SPICCATA INIZIATIVA NON ESITAVANO A SFONDARE LA PORTA D’INGRESSO DELL’ABITAZIONE OVE UNA DINNA AVEVA SEGNALATO DI ESSERE STATA SEGREGATA ED AGGREDITA DAL CONVIVENTE. I DUE MILITARI RIUSCIVANO AD INTERROMPERE L’AZIONE VIOLENTA, A SCONGIURARE ULTERIORI PERICOLI PORTANDO FUORI DALL’ABITAZIONE 3 BOMBOLE DI GAS, UNA DELLE QUALI CON LA VALVOLA APERTA E TRARRE IN ARRESTO IL RESPONSABILE PER SEQUESTRO DI PERSONA, MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA E VIOLENZA PRIVATA. L’INTERVENTO, RIPRESO CON AMPIO RISALTO DAGLI ORGANI DI STAMPA, RISCUOTEVA IL PUBBLICO E UNANIME PLAUSO, ESALTANDO I PRESTIGIO E L’IMMAGINE DELL’ISTITUZIONE”.

Policoro, 7 marzo 201

 

Encomio semplice collettivo del Comandante della Legione Carabinieri Basilicata concesso ai seguenti Reparti:

  • Nucleo Investigativo;
  • Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Matera;
  • Stazione di Montescaglioso,

con la seguente motivazione: “NUCLEO INVESTIGATIVO DI COMANDO PROVINCIALE, NUCLEO OPERATIVO E RADIOMOBILE DI COMANDO COMPAGNIA E STAZIONE DI MONTESCAGLIOSO EVIDENZIANDO ALTISSIMO SENSO DEL DOVERE E SPICCATA PROFESSIONALITA’ DI TUTTI I SUOI COMPONENTI, SVILUPPAVA ARTICOLATE E COMPLESSE ATTIVITA’ INVESTIGATIVE CONSEGUENTI AD UN OMICIDIO DI UN GIOVANE, COMMESSO CON MODALITA’ PARTICOLARMENTE CRUENTE. L’OPERAZIONE SI CONCLUDEVA CON L’ARRESTO DI DUE PERSONE SUSCITANDO UNANIME PLAUSO DELLA SCALA GERARCHICA, DELL’AUTORITA’ GIUDIZIARIA E DELLA POPOLAZIONE LOCALE.

Montescaglioso 17 giugno 2018

 

L’intervento del Comandante provinciale dei Carabinieri, Samuele Sighinolfi

Autorità, gentili signori e signori amici, sono profondamente onorato di essere qui, assieme a voi e assieme ai nostri Carabinieri della Provincia di Matera celebrare il 205° anniversario fondazione Arma dei Carabinieri: Un reverente pensiero rivolgo ai nostri Caduti, espressione tangibile di coraggio e di totale dedizione al dovere, sino al supremo sacrificio. Con uguale sentimento esprimo la nostra assoluta vicinanza ai Loro famigliari, alcuni qui presenti, testimoni sofferenti, ma orgogliosi, del sacrificio da cui è segnata la via del dovere. A loro rinnovo la mia solidarietà, con un abbraccio ideale, per la dignitosa compostezza con cui vivono quotidianamente il loro dolore.

Un caloroso saluto a tutte le Autorità intervenute, ai rappresentanti della Magistratura, ai colleghi delle Forze Armate e di Polizia, ai Vigili del Fuoco, alle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, ai rappresentanti della stampa, a quanti ci hanno aiutato ad organizzare questa cerimonia. Un ringraziamento di particolare intensità permettetemi di rivolgerlo a tutti i Carabinieri del Comando Provinciale e del Gruppo Carabinieri Forestali, perché è soltanto con il loro silenzioso lavoro che riusciamo a garantire un’importante azione di prevenzione nella Provincia di Matera. Colgo l’occasione anche per ringraziare le nostre famiglie che ci supportano in un lavoro difficile che spesso non ha orari e sovente sottrae tempo a mogli, mariti e figli. grazie!

Un pensiero a coloro che non hanno potuto essere presenti con noi a festeggiare a causa di una malattia,un caloroso abbraccio al Brig. Salvatore Ostuni che da anni lotta con tenacia contro un terribile male.

L’efficienza dell’Arma si esprime attraverso un modello operativo imperniato sulla “prossimità” e fondato sul ruolo delle oltre 5500 Stazioni e Tenenze, che rappresentano sicuri riferimenti per la collettività, a tutela della libertà e della convivenza civile.

Nella Provincia di Matera, i Carabinieri sono presenti con 28 Stazioni dell’Arma territoriale e 13 Stazioni dei Carabinieri Forestali. La splendida sintesi, realizzata in Regione Basilicata dal 2017 fra le diverse linee organizzative dell’Arma, Territoriale e Forestale, è motivo di orgoglio per tutti noi; con la loro elevata specializzazione i Carabinieri forestali forniscono prezioso contributo in materia di tutela dell’ambiente, del territorio e delle acque, nonché nel campo della sicurezza e del settore agroalimentare. Un grazie al Comandate dei Carabinieri Forestali, il collega Maggiore Giovanni Adinolfi, per la leale e fattiva collaborazione. I presidi distribuiti in modo capillare sul territorio consentono di acquisire una conoscenza delle dinamiche locali sociali, e criminali; consentono inoltre di generare un circolo virtuoso di fiducia reciproca tra carabiniere e cittadino,racchiuso nell’espressione “Arma della gente”. Di fatto i Carabinieri di ogni ordine e grado che prestano servizio nei piccoli paesi svolgono una vera e propria missione sociale, così come dev’essere riconosciuto, la svolgono i Sindaci qui presenti che sono i nostri primi interlocutori nelle realtà comunali e con cui collaboriamo in stretta intesa. Lo stesso importantissimo ruolo di “rassicurazione sociale” lo svolgono i Parroci che saluto riconoscente, con un particolare ringraziamento ai Nostri Vescovi che guidano le Diocesi della provincia.

Nell’assolvimento dei compiti di polizia, l’Arma è anche protagonista del sistema della sicurezza pubblica, in sinergia con le altre Forze di Polizia, sinergia che si realizza grazie ad un modello di coordinamento che ha il suo cardine nella Prefettura. Nella Provincia di Matera l’Arma ha il privilegio di operare sotto l’autorevole guida del Prefetto Demetrio Martino, un’autorità rappresentante del Governo, con cui si è sin da subito trovata un’ottima intesa grazie alle elevate doti professionali e umane. Allo stesso modo è un privilegio poter lavorare con gli amici e colleghi delle altre forze dell’ordine, il Questore Luigi Liguori e il Colonnello della Guardia di Finanza Domenico Tatulli.

Con Matera “Capitale Europea della Cultura 2019” numerose sono le iniziative, manifestazioni ed eventi che richiedono un’analisi dei fattori di rischio per la pubblica sicurezza in seno al Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Grazie a loro, posso testimoniare a voi cittadini, che ogni problematica è affrontata con animo sereno e scevro da personalismi, per dare risposte concrete ai bisogni della comunità. In questa circostanza è tradizione per noi tracciare un bilancio dell’attività di polizia giudiziaria svolta nell’ultimo anno.

Senza tediarvi con numeri e statistiche, posso assicurarvi che i dodici mesi trascorsi hanno visto i reparti della provincia impegnati, in armonica sinergia con le altre Forze di Polizia, nel contrasto di varie forme di criminalità, anche di tipo strutturato.

I recenti brillanti risultati ottenuti in alcune complesse operazioni di polizia giudiziaria sono frutto dell’ottimo rapporto funzionale che si è instaurato con la Procura di Matera e con la Procura Distrettuale di Potenza. Ringrazio in particolare il nostro Procuratore Capo, il Consigliere Dott. Pietro Argentino, per noi guida e riferimento, che ci onora oggi con la sua presenza.

Ci onora con la sua presenza anche il Presidente del Tribunale Dott. Giorgio Pica, un Magistrato con grande umanità, sempre attento alla tutela delle fasce deboli e ai casi di violenza contro le donne.

Condividi

 

 

Aree tematiche
Vedi Tutto