Ti trovi qui:Home»Notizie»Incontro Russinova

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Lunedì, 09 Settembre 2019 11:49

Incontro Russinova

Matera nella Biblioteca Provinciale “Tommaso Stigliani” in Piazza Vittorio Veneto l’associazione Internazionale Donn@ Basilicata in collaborazione con l’associazione Bravò, l’Ambasciata Bulgara in Italia, la Fondazione Matera Basilicata2019 ed altri partner

Presenta un appuntamento tra letteratura, storia e teatro che è già alla quarta edizione, quest’anno si concentra in un solo appuntamento, così da omaggiare il 2019, anno in cui Italia e Bulgaria vedono due Capitali Europee della cultura 2019, Matera e Plovdiv. L’evento è promosso con il patrocinio della Provincia di Matera.
L’evento ha come protagonista la presentazione del libro “La Regina delle Rose” di Isabel Russinova, Curcio Editore.
La direzione artistica ed organizzativa, nella splendida città di Matera, è a cura di Isabel Russinova e della lucana Anna Elena Viggiano.
La regina delle rose è un racconto liberamente ispirato alla vita di Giovanna di Savoia la «regina delle rose» e di Boris, zar di Bulgaria. Nello scenario tempestoso dell’Europa tra il 1927 e il 1943, cresce una grande storia d’amore che ha co-me protagonisti due giovani costretti a subire il peso del destino: Giovanna, figlia del re Vittorio Emanuele III re d’Italia e di Elena di Montenegro, principessa sensibile umile, discreta, ma forte della sua fede e Boris, zar di Bulgaria. A diciotto anni dalla sua scomparsa, avvenuta a Estoril in riva
all’Atlantico e non lontano da Cascais, il libro della Russinova racconta la vita della Regina Giovanna che «non cessa di stupire e di incantare per i suoi contorni avventurosi e leggendari, romantici e tragici» come dichiarato da Emanuele Filiberto di Savoia nella prefazione del libro.
«Il popolo bulgaro non ha mai dimenticato la sua regina, ha continuato ad amarla e nell’autunno del 1993, dopo la caduta del regime, Giovanna è potuta tornare a Sofia e ricordare i cinquant’anni dalla scomparsa del suo amato Boris» come ha dichiarato l’autrice.
Il libro si basa su attente ricerche storiche e su racconti narrati all’autrice da alcuni suoi famigliari
protagonisti della vicenda e vicini alla casa reale. Il firma copie è a cura della Libreria di Giulio di Matera

Condividi

 

 

Aree tematiche
Vedi Tutto