Ti trovi qui:Home»Notizie»Un Piano Socio Economico volto al sostegno del comparto artigianale e commerciale, delle piccole e medie imprese e dei professionisti con partita Iva
Sabato, 18 Aprile 2020 11:44

Un Piano Socio Economico volto al sostegno del comparto artigianale e commerciale, delle piccole e medie imprese e dei professionisti con partita Iva

È quanto chiedono il presidente della Provincia Piero Marrese e tutti i sindaci del territorio al Governo nazionale e alla Regione Basilicata in relazione alla grave crisi economica e sociale dovuta alle misure adottate e volte al contrasto del Covid 19.

Nel dare atto e ringraziare la Regione Basilicata per il lavoro profuso nel fronteggiare al meglio l’emergenza sanitaria, rimarcando anche l’attenzione riposta verso i settori produttivi, attraverso l’istituzione del Fondo “Piccoli prestiti per il sostegno e il rafforzamento delle microimprese lucane e dei liberi professionisti”, i primi cittadini della provincia materana evidenziano tuttavia la necessità di approntare misure e strumenti che permettano una normale riapertura delle realtà quando sarà terminata l’emergenza, scongiurando il rischio di chiusura delle stesse o la mancanza di prospettive per il futuro. La richiesta rivolta al Governo, al governatore lucano Bardi e all’assessore regionale alle Attività Produttive Cupparo, condivisa anche dalle parti interessate, è quindi quella di attivare un Piano Socio Economico contro la crisi, che presenti misure specifiche e provvedimenti immediatamente operativi in favore di professionisti e microimprese, che viaggi in parallelo con quelli che saranno gli interventi del Governo in materia, e che individui una soluzione alle crescenti difficoltà che sta vivendo la maggior parte delle imprese locali.

“Oggi più che mai è necessario che ognuno faccia la propria parte per venir fuori da questa emergenza, tanto sanitaria quanto economica – sostiene il presidente Marrese -. Noi sindaci siamo le prime sentinelle del territorio e siamo i primi ad ascoltare la voce e il grido di allarme della nostra gente e dei nostri imprenditori, in questo momento siamo loro vicini: la situazione oggi è drammatica, occorre prenderne consapevolezza e non ci si può permettere di perdere ulteriore tempo. Ecco perché, seguendo anche l’esempio di altre regioni, che hanno previsto contributi ai lavoratori autonomi e sostegno alle imprese, la nostra proposta è quella di adottare sin da subito misure immediate e concrete che garantiscano respiro e futuro alle attività economiche, evitando così l’estinzione della maggior parte delle imprese locali”.

Letto 776 volte

Condividi

 

 

Aree tematiche
Vedi Tutto
Salva
Gestione Preferenze Cookies
Il sito utilizza cookies di Analisi (Google Analytics) e Funzionali per la condivisione sui principali social network. Privacy-Policy
Accetta tutto
Rifiuta tutto
Funzionali
Condivisione social network
AddThis
Accetta
Rifiuta