Ti trovi qui:Home»Notizie»Il presidente Marrese: La festa della Bruna un momento di speranza e ripartenza

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Venerdì, 02 Luglio 2021 17:27

Il presidente Marrese: La festa della Bruna un momento di speranza e ripartenza

“Ripartire tutti insieme in questo 2 luglio, un giorno unico, il più lungo per la comunità materana, che non perde il suo valore e il suo fascino malgrado le restrizioni che derivano dalla pandemia.

festa Bruna

 

Viviamo tutti questo giorno con passione e devozione, con la convinzione che dal prossimo anno si possa tornare a godere questa festa a pieno ed in tutte le sue fasi”. Il presidente della Provincia di Matera Piero Marrese lancia il suo messaggio in occasione della festa in onore di Maria Santissima della Bruna,  auspicando che il sacrificio effettuato da tutti i cittadini in quest’ultimo anno non risulti vano e tracci la strada per un futuro migliore. 

“La Festa della Bruna è una ricorrenza molto sentita, dal forte valore identitario; sentimento consolidato e condiviso tra l'altro anche sul territorio provinciale – ricorda il presidente Marrese -. Quest' anno, come già accaduto nel 2020, mancheranno a tutti le consuete fasi della giornata, in particolare il tradizionale "strazzo" del carro, momento emblematico di una festa antichissima e da sempre vissuto con un abbraccio corale dalla città.

Il momento, però, è utile per riflettere, come ci ricorda Mons. Caiazzo, sull'importanza delle relazioni umane, sulla necessità di tornare alla vera socialità e sul ruolo attivo dei giovani come promotori di idee nuove per il futuro.

La speranza per il futuro è che questa bellissima festa torni ad essere quella che è sempre stata negli anni scorsi, perché vorrà dire che la pandemia sarà ormai alle spalle e la vita quotidiana e produttiva della città e dell’intero territorio del materano, che tra l’altro si fonda soprattutto sul turismo e sull’arrivo di gente, possa riprendere nella maniera desiderata. In un periodo di grande cambiamento come quello che stiamo vivendo, e che ci sta mettendo a dura prova da oltre un anno con lo scoppio della pandemia, abbiamo tutti bisogno di questo tipo speranza, di riprogrammare il futuro e riprenderci il nostro presente.

Con l’auspicio di tornare a rivivere al più presto tutti i momenti e tutte le sentite tradizioni del 2 luglio, come Presidente della Provincia di Matera rivolgo quindi un caloroso augurio a tutti i materani sparsi per il mondo, esprimendo, prima di tutto un pensiero di vicinanza ai nostri anziani, agli ammalati e a coloro che desiderano trovare la serenità”.

Condividi

 

 

Aree tematiche
Vedi Tutto